• gariglio

    Progetti di ricollocazione dei lavoratori della De Tomaso

    Interrogazione di Davide Gariglio sui progetti di ricollocazione dei lavoratori della De Tomaso

     Premesso che

    • sono purtroppo ben conosciute le vicende della storica azienda di produzione di autoveicoli De Tomaso, fondata a Modena nel 1959 dal pilota italo-argentino Alejandro de Tomaso e definitivamente fallita nel 2012, poco dopo l’acquisizione del marchio da parte dell’imprenditore torinese Gian Mario Rosignolo, ora rinviato a giudizio;
    • ad aprile 2015 la cinese Ideal Team Venture (ITV) si è aggiudicata all’asta la storica società, i cui 850 dipendenti dello stabilimento di Grugliasco sono in mobilità dalla fine del 2014. Di questa società cinese si sa solamente che ha una sede legale nelle Isole Vergini britanniche (noto paradiso fiscale), una sede operativa ad Hong Kong e che è quotata in Borsa;

    considerato che

    • per quanto concerne i dipendenti della De Tomaso la Regione all’inizio del corrente anno ha presentato, sulla base di un bando del Ministero del Lavoro, un apposito progetto per il contratto di ricollocazione che prevedeva l’utilizzo di due milioni e mezzo di euro per avviare una sperimentazione, riguardante tali lavoratori, collegata ai percorsi di formazione già svolti che hanno permesso loro di approfondire alcune competenze;
    • in base alle informazioni rese note lo scorso mese di giugno dall’Assessore competente, il Ministero del Lavoro ha comunicato che i progetti finanziati sono risultati più numerosi del previsto ed il progetto presentato dalla Regione Piemonte veniva collocato in graduatoria in previsione di un finanziamento atteso per il mese di luglio;

    rilevato che

    • l’Assessorato regionale al Lavoro aveva altresì manifestato l’intenzione di realizzare un’ulteriore azione mirata a ottenere possibilità di ricollocazione dei lavoratori della De Tomaso anche mediante il coinvolgimento delle parti sociali;

    sottolineato come

    • gli 850 lavoratori De Tomaso costituiscano, oltre che una realtà rilevante da tutelare sotto il profilo numerico, anche i depositari di una particolare e specifica professionalità, tanto che anche le parti datoriali hanno ritenuto utile dare il proprio contributo per la loro ricollocazione;

    INTERROGA l’Assessore competente per sapere

    • quali siano gli attuali sviluppi dei progetti citati in premessa, riguardanti i lavoratori della De Tomaso.