• slide-idee

    PAITA E GARIGLIO: “TONINELLI VUOLE INTERROMPERE TAV E TERZO VALICO? E LA LEGA NON DICE NIENTE”

    “Tav e Terzo Valico sono opere strategiche fondamentali, senza le quali l’Italia si condanna all’isolamento. Oggi il ministro Toninelli si è nascosto ancora dietro formule incomprensibili, che non lasciano presagire nulla di buono per il Paese”. Lo affermano i deputati del Pd Raffaella Paita e Davide Gariglio, dopo l’interrogazione parlamentare sul tema delle grandi opere rivolta al titolare della Infrastrutture del governo giallo-verde. “Ancora una volta – sottolineano i parlamentari dem – il ministro è venuto in Aula a spiegarci la retorica dell’analisi dei costi-benefici e a dirci che dovrà riesaminare le diverse grandi opere per individuare quelle necessarie e buone per i cittadini e quelle cattive. Nel caso di Tav e Terzo Valico stiamo parlando di opere già iniziate e centrali per la modernizzazione e la competitività economica della portualita è più ingenerale del nostro Paese. Il Terzo Valico, in particolare, è stato già completato per il 40% e rappresenta un’occasione unica per Genova, la Liguria e il Piemonte. Grazie al nuovo collegamento con il Nord Italia e il resto d’Europa, il porto, la città e la Regione possono diventare la più grande base logistica del Mediterraneo. Mettere in discussione quest’opera – concludono Paita e Gariglio – è folle e controproducente. La Lega non ha niente da dire in proposito? Sacrificare il futuro del territorio per logiche di consenso interne al Movimento Cinque Stelle è inaccettabile”.