• ambiente

    Green Bank

    IDEA DI: Marco Molino

    Come sottolineato dall’ On. Realacci del PD, l’Italia deve essere terra di investimento per la Green Economy. Seguendo il modello spagnolo (che ha recentemente dichiarato di aver superato con il 50,2% la produzione energetica attraverso fonti rinnovabili, e per questo premiata dall’UE), e il modello Inglese (la prima a costituire una Green Bank con lo stato unico azionista), anche l’italia dovrebbe giocare un ruolo primario nella green economy.

    Sfruttando i vantaggi competitivi che naturalmente può godere, si potrebbe istituire una Green Bank modello Inglese, che si occuperebbe di finanziare solamente a tassi competitivi i progetti di piccola e grande dimensione in ambito Green. Sia di soggetti privati che di soggetti giuridici. Facendo ciò, si potrebbero avere buoni risultati in termini di occupazione, rilanciando gli investimenti; di sostenibilità aziendale, favorendo progetti green e sostenibili; guadagnandoci con il ritorno degli investimenti, offrendo tuttavia un servizio.

    In tal modo la brutta immagine dell’Italia all’Estero con l’Ilva, la Terra del Fuoco e non solo, verrebbe parzialmente lucidata, facendo dell’Italia un possibile prossimo locomotore della green economy europea, attraendo magari nuovi capitali esteri (FDI), che mai sono stati così bassi come negli ultimi anni.

    Puoi leggere la presentazione dell’idea qui