• 1398-Lineametropolitana1

    Solidarietà ai lavoratori impegnati nel trasporto pubblico locale

    “Il PD del Piemonte esprime la solidarietà ai lavoratori impegnati nel trasporto pubblico locale che hanno manifestato a Torino”. Lo dichiara Davide Gariglio, segretario regionale e capogruppo in Regione Piemonte del PD, che ha incontrato i lavoratori davanti al Comune di Torino dove ha fatto tappa il corteo organizzato dai sindacati. “Il trasporto pubblico locale – prosegue –  è un settore che non può essere trascurato e a cui vanno garantite le risorse necessarie per fornire un servizio indispensabile ai cittadini. La Regione Piemonte – rimarca – ha garantito la copertura economica per evitare il collasso, non solo a tutela dei cittadini ma anche a sostegno di un settore produttivo ampio e con molti lavoratori.  Condivido i motivi che hanno portato i sindacati confederali alla protesta – sottolinea Gariglio – servono garanzie per i lavoratori e per l‘anzianità di lavoro maturata con tanta fatica e responsabilità.  Le difficoltà sono diverse – continua – a partire dalle future gare nelle quali dovranno esserci norme che garantiscano ai lavoratori il riconoscimento dell’anzianità di servizio e dei parametri acquisiti, le cosidette clausole sociali. Il Partito democratico – conclude Gariglio – chiederà alla Giunta regionale di tutelare questi lavoratori”.

  • ambiente

    Solidarietà a Matilde Casa

    Matilde Casa è stata eletta sindaco di Lauriano nel 2008 e nel 2013 con un programma di tutela del territorio. Ed è esattamente quello che ha fatto in questi anni. Nella grafica potete leggere la situazione paradossale in cui si trova ora. Ho firmato la petizione su Change.org in solidarietà del sindaco. Se volete farlo anche voi la trovate qui: https://goo.gl/qJlfPr

    MATILDE CASA (1)
  • gariglio-consiglio-regionale

    Fondazione post olimpica: grave comportamento del Presidente

    “E’ un comportamento gravissimo, nonostante l’inopportunità espressa dalla Regione aver provveduto al pagamento della parcella come libero professionista”. Lo dichiara Davide Gariglio, capogruppo e segretario regionale del PD, a seguito dell’interrogazione urgente presentata stamattina in aula dal suo collega di gruppo, Andrea Appiano, sulla parcella pagata dalla Fondazione XX marzo al presidente della stessa fondazione.

    La questione sollevata dall’interrogazione è che il Consiglio di amministrazione della Fondazione post olimpica aveva conferito al proprio presidente un incarico di coordinamento di tre nuove assunzioni. A seguito delle polemiche le tre nuove assunzioni non sono state fatte ma il pagamento al coordinamento è stato effettuato. “L’inopportunità – proseguono Gariglio e Appiano  – l’avevamo subito sollevata lo scorso aprile, tant’è che le assunzioni vennero subito bloccate, ma è vergognoso che il presidente si sia fatto liquidare una prestazione professionale mai fatta”. Sulla vicenda ha risposto il vice presidente della Regione Piemonte, Aldo Reschigna, che ha annunciato un’iniziativa di chiarimenti.

    “La vicenda ha dell’incredibile – concludono i consiglieri democratici – che un presidente di nomina pubblica ignori un rilievo pesante di inopportunità sollevato da uno degli enti fondatori, mi auguro che i provvedimenti siano proporzionati al comportamento”.

  • gariglio-consiglio-regionale

    Il M5S e Quarto: cosa ne pensano Bono e Appendino?

    I politici del Movimento 5 Stelle rivendicano una diversità dagli altri partiti, ma a Quarto, in Campania, e a Ostia, nel Lazio, si scoprono loro collusioni con la criminalità organizzata. Mi chiedo cosa ne pensano Appendino e Bono. Sempre pronti a fare i moralisti sugli altri, ma su questo sono omertosi. Paura di essere espulsi da Casaleggio?

    Clicca qui per leggere i tre punti che il M5S deve chiarire

  • tav-treno

    TAV: Giaveno sbaglia ad uscire dall’Osservatorio

    COMUNICATO STAMPA

    “Il Partito democratico del Piemonte sostiene l’utilità dell’alta velocità Torino-Lione”: lo dichiara Davide Gariglio, segretario regionale del Pd, dopo il voto favorevole del Consiglio comunale di Giaveno (To) che chiedeva l’uscita del Comune dall’Osservatorio Torino-Lione. L’approvazione del documento dei grillini è passata con il voto favorevole dell’unica consigliera comnunale del Pd che è anche segretaria del locale circolo dem. “Il tratto piemontese fa parte delle reti ferroviarie europee strategiche e di interesse per milioni di cittadini continentali – prosegue Gariglio -. La discussione che ha definito il tracciato della tratta piemontese  – rimarca – è stato frutto di un confronto ampio e approfondito, reso possibile grazie al lavoro dell’Osservatorio, proprio per questo – sottolinea il Segretario regionale dem – il Partito democratico del Piemonte è convinto dell’utilità di questo organismo. Sono profondamente sorpreso dal voto della nostra consigliera comunale, Vilma Beccarla, tanto più – continua Gariglio – che ha reso possibile l’approvazione del documento dei grillini. Non sostengo il pensiero unico – prosegue – la pluralità è un valore importante, ma uscire da un organismo governativo per la sola testimonianza di protesta ritengo sia sbagliato. L’Osservatorio è un luogo di confronto, da sempre, non esserci significa tirarsi fuori e decidere di essere marginali.

    Ho convocato la consigliera di Giaveno, insieme al segretario metropolitano Fabrio Morri, per capire le motivazioni di una simile posizione in contrasto col partito” ha concluso Gariglio.

  • gariglio

    Progetti di ricollocazione dei lavoratori della De Tomaso

    Interrogazione di Davide Gariglio sui progetti di ricollocazione dei lavoratori della De Tomaso

     Premesso che

    • sono purtroppo ben conosciute le vicende della storica azienda di produzione di autoveicoli De Tomaso, fondata a Modena nel 1959 dal pilota italo-argentino Alejandro de Tomaso e definitivamente fallita nel 2012, poco dopo l’acquisizione del marchio da parte dell’imprenditore torinese Gian Mario Rosignolo, ora rinviato a giudizio;
    • ad aprile 2015 la cinese Ideal Team Venture (ITV) si è aggiudicata all’asta la storica società, i cui 850 dipendenti dello stabilimento di Grugliasco sono in mobilità dalla fine del 2014. Di questa società cinese si sa solamente che ha una sede legale nelle Isole Vergini britanniche (noto paradiso fiscale), una sede operativa ad Hong Kong e che è quotata in Borsa;

    considerato che

    • per quanto concerne i dipendenti della De Tomaso la Regione all’inizio del corrente anno ha presentato, sulla base di un bando del Ministero del Lavoro, un apposito progetto per il contratto di ricollocazione che prevedeva l’utilizzo di due milioni e mezzo di euro per avviare una sperimentazione, riguardante tali lavoratori, collegata ai percorsi di formazione già svolti che hanno permesso loro di approfondire alcune competenze;
    • in base alle informazioni rese note lo scorso mese di giugno dall’Assessore competente, il Ministero del Lavoro ha comunicato che i progetti finanziati sono risultati più numerosi del previsto ed il progetto presentato dalla Regione Piemonte veniva collocato in graduatoria in previsione di un finanziamento atteso per il mese di luglio;

    rilevato che

    • l’Assessorato regionale al Lavoro aveva altresì manifestato l’intenzione di realizzare un’ulteriore azione mirata a ottenere possibilità di ricollocazione dei lavoratori della De Tomaso anche mediante il coinvolgimento delle parti sociali;

    sottolineato come

    • gli 850 lavoratori De Tomaso costituiscano, oltre che una realtà rilevante da tutelare sotto il profilo numerico, anche i depositari di una particolare e specifica professionalità, tanto che anche le parti datoriali hanno ritenuto utile dare il proprio contributo per la loro ricollocazione;

    INTERROGA l’Assessore competente per sapere

    • quali siano gli attuali sviluppi dei progetti citati in premessa, riguardanti i lavoratori della De Tomaso.
  • pd-bandiere1

    Bruciare la bandiera del Pd è un gesto violento che squalifica i motivi per i quali gli studenti sono scesi in piazza

    Bruciare la bandiera del Pd è un gesto violento che squalifica i motivi per i quali gli studenti sono scesi in piazza. Ce la si può prendere legittimamente con i governi, ma trovo gravissimo che una bandiera il cui simbolo rappresenta milioni di persone e buona parte della partecipazione democratica di questo Paese venga bruciata. Manifestare ostentando simili gesti toglie credibilità alle motivazioni del corteo, alimentano solo odio e violenza.

  • Mettersi insieme è un inizio (3)

    Leopolda 2015

    Certo che dall’11 al 13 dicembre andrò alla Leopolda! Ricordo molto bene l’entusiasmo del 2012 che non fu però così contagioso da vincere quelle primarie. Un entusiasmo che si è trasformato in coraggio e capacità di governo negli anni successivi. Oggi abbiamo un Partito Democratico forte che governa, un segretario che è Primo Ministro e sta tirando il Paese fuori dalla palude. Noi lo stiamo facendo in Piemonte, e con coraggio siamo pronti ad affrontare le sfide amministrative del Pd su questo territorio: a Torino come a Novara. Non riesco a spiegarvi cosa è la Leopolda: non bastano le parole. ‘Venite e vedrete’!

  • Buono scuola: tempi certi per pagamenti arretrati e nuovo bando entro il 2015

    Nel corso di un incontro del gruppo regionale del Partito democratico con una delegazione dell’AGESC, alla presenza dell’Assessore all’istruzione Gianna Pentenero, è stata illustrata la proposta sul “Buono scuola” del Partito democratico.

    “Ci siamo presi l’impegno a pagare in tempi certi i debiti lasciati dalla Giunta Cota – dichiara il capogruppo democratico, Davide Gariglio – stabilendo che entro il mese di settembre saranno pagati quelli relativi al 2012-2013 ed entro il prossimo febbraio il 2013-2014”.

    All’incontro hanno partecipato, oltre al capogruppo e segretario regionale del Pd, il presidente della Commissione istruzione, Daniele Valle (Pd), e il consigliere Andrea Appiano (Pd).

    “E’ una situazione che merita il massimo dell’attenzione – proseguono Valle e Appiano -, vogliamo chiudere con i  pagamenti relativi agli anni passati e garantire la pubblicazione del nuovo bando in tempi certi; entro l’anno – rimarcano – sarà pubblicato un bando unico relativo agli anni 2014-15 e 2015-16, provvedimento che sarà possibile appena approvato il bilancio pluriennale regionale”. “L’impegno a mantenere il Buono scuola è unanime – conclude il capogruppo Gariglio  – andranno però migliorate le regole amministrative per rendere più efficiente l’erogazione”.

  • Fonte: blogdem.it

    Italicum: lettera-appello di noi segretari regionali ai deputati PD

    Care Deputate, cari Deputati,

    nei prossimi giorni, con l’arrivo in aula alla Camera della riforma elettorale, il Partito Democratico sarà chiamato ad offrire al Paese una grande dimostrazione di serietà.

    Da mesi discutiamo delle norme necessarie per modernizzare le nostre istituzioni e renderle più in grado di prendere decisioni utili alla collettività.

    I cittadini vogliono una politica finalmente capace di realizzare concreti cambiamenti.

    Di questa aspettativa, oggi più che mai, è tenuto a farsi carico il Pd.

    Per superare tale prova il nostro partito deve mettere in campo il massimo possibile di compattezza e di senso di responsabilità nazionale.

    Se il Pd che il 41% degli elettori ha votato fallisse il colpo, perderebbe la dignità oggi e le elezioni domani.

    Lo spirito unitario che ha segnato le pagine migliori del nostro passato non può venir meno in questa cruciale circostanza.

    Come abbiamo sempre fatto e come continueremo a fare, abbiamo discusso, ci siamo ascoltati, abbiamo corretto, abbiamo più volte votato negli organismi direttivi del partito e dei gruppi parlamentari.

    Siamo infine giunti a un testo di riforma che rappresenta un indubbio passo avanti: un punto di equilibrio che tutti noi possiamo rivendicare come un risultato rilevante, quali che siano le nostre opinioni su singole questioni.

    Se un processo di confronto democratico così ampio, e dagli esiti così positivi, dovesse essere vanificato da imboscate a voto segreto, metteremmo a rischio la tenuta del governo che il Pd sta guidando, e, insieme ad essa, una cosa che è altrettanto essenziale per la nostra comunità politica, per i milioni di uomini e di donne che tutti noi, collettivamente, abbiamo l’onore e il dovere di rappresentare.

    A voi che siete i nostri deputati e le nostre deputate, a tutti indistintamente, rivolgiamo un appello: adoperatevi affinché le riforme, a partire da quella elettorale, non vengano fermate e vadano in porto senza nessun altro indugio.

    Perché ciò accada c’è bisogno di tutto il vostro impegno, di tutto il vostro senso del partito, di tutta la vostra capacità di agire al servizio dell’interesse generale.

    GARIGLIO DAVIDE Segretario regionale Piemonte

    CENTOZ FULVIO Segretario regionale Valle d’Aosta

    LUNARDON GIOVANNI Segretario regionale Liguria

    ALFIERI ALESSANDRO Segretario regionale Lombardia

    DE MENECH ROGER Segretario regionale Veneto

    DI FEDE LILIANA Segretario regionale Alto Adige

    ROBOL GIULIA Segretario regionale Trentino

    GRIM ANTONELLA Segretario regionale Friuli Venezia Giulia

    BONACCINI STEFANO Segretario regionale Emilia-Romagna

    PARRINI DARIO Segretario regionale Toscana

    COMI FRANCESCO Segretario regionale Marche

    LEONELLI GIACOMO Segretario regionale Umbria

    MELILLI FABIO Segretario regionale Lazio

    RAPINO MARCO Segretario regionale Abruzzo

    FANELLI MICAELA Segretario regionale Molise

    TARTAGLIONE ASSUNTA Segretario regionale Campania

    EMILIANO MICHELE Segretario regionale Puglia

    MAGORNO ERNESTO Segretario regionale Calabria

    RACITI FAUSTO Segretario regionale Sicilia

    SORU RENATO Segretario regionale Sardegna

     

Pagina 3 di 41234