• gariglio-consiglio-regionale

    Lavori della Conferenza intergovernativa sulla Torino Lione

    Oggi ho assistito ai lavori della Conferenza intergovernativa sulla Torino Lione. É stata di alto valore simbolico la presenza del coordinatore del corridoio europeo TAV Laurent BRINKHORST, che ha ricordato come l’opera sia non solo di interesse italiano e francese, ma europeo, tanto che l’Unione europea finanzia il 40% dell’opera.
    Oggi ho avuto la chiara percezione che il nuovo collegamento ferroviario europeo é estremamente a rischio – come mai lo é stato prima – e di quanta preoccupazione questo fatto susciti in Europa. Infatti, le dichiarazioni dell’on. Di Maio stanno seriamente preoccupando gli altri Paesi europei. Lo stesso BRONKHORST ha invitato l’Italia a non chiudersi dietro il muro rappresentato dalle Alpi, ma a scegliere di aprirsi al resto del continente. É stato fatto notare come nella relazione Italia-Francia il traffico merci su linea ferroviaria sia di volume bassissimo, a causa di una infrastruttura ferroviaria, il tunnel del Frejus, di concezione ottocentesca, gravato da così tanti vincoli e prescrizioni per garantire la sicurezza, che lo rendono facilmente saturabile.
    Insieme agli altri parlamentari piemontesi del PD ci batteremo perché il Parlamento non consenta passi indietro su una infrastruttura necessaria al Paese e, prima di tutto, alle imprese e ai lavoratori del Piemonte.

  • risultati

    FONDI PER LA MESSA IN SICUREZZA DEGLI EDIFICI PUBBLICI

    L’ultima legge di Bilancio ha previsto uno stanziamento di fondi per interventi di messa in sicurezza degli edifici  pubblici e del territorio a valere sul triennio 2018-2020. Quest’anno, in base ai criteri utilizzati per la ripartizione, sui circa 6.000 progetti ne sono stati finanziati 146, quasi tutti presentati da Comuni in grave stato di disavanzo finanziario. L’Anci Piemonte ha chiesto una verIfica in sede utile al fine di riequilibrare la situazione.

    “Concordo con le perplessità manifestate da Anci Piemonte sul fatto che i fondi per gli interventi di messa in sicurezza degli edifici pubblici, per l’anno 2018, siano stati ripartiti con criteri che penalizzano molti Comuni piemontesi e, in generale, tutti i Comuni virtuosi” ha dichiarato l’onorevole Davide Gariglio del Partito Democratico.

    “Mi impegnerò, insieme ai colleghi parlamentari – ha proseguito Gariglio – perché, per le prossime due annualità, vengano modificati i parametri affinché possa essere riequilibrata la situazione e possano essere privilegiati gli enti meritevoli”.

  • ambiente e sociale

    Le comunicazioni di Gentiloni sulla crisi siriana

    Non possiamo accettare si torni, un secolo dopo fine prima guerra mondiale, ad uso di armi chimiche. Il regime di Assad ne ha fatto ripetutamente uso: nella notte del 7 aprile la città di Douma è stata oggetto di un attacco proprio con queste armi.

    In base a tutto ciò, ho definito come motivata la risposta del 14/4 da parte di USA, Francia e UK. E’ stata una risposta motivata e circoscritta, senza vittime civili, indirizzata su tre siti di potenziale fabbricazione di agenti chimici. E’ stata peraltro una risposta comunicata ad altri Paesi, come la Russia, presenti in Siria

    L’Italia non ha partecipato a questa iniziativa: abbiamo dato solo supporto mediante la base aerea di Aviano, con la condizione che dal nostro territorio non partissero azioni militari sulla Siria.

    Da anni diciamo che non ci si può basare sull’uso della forza. Il regime è responsabile di crimini inauditi ed è un regime orribile che usa armi chimiche contro il suo popolo. Ma contro questo regime orribile il dialogo è inevitabile.
    Alcuni ministri esteri di altri Paesi dicevano che prima del dialogo bisognava cacciare Assad; risolvere militarmente il problema si è dimostrato impossibile. In Siria ci sono zone che possono diventare teatro di nuove stragi.

    Noi dobbiamo cercare una soluzione negoziale di questa questione e il ruolo della Russia su questo è fondamentale.
    Ora che la battaglia contro Daesh è stata vinta, è il momento di una transizione che metta insieme le varie forze.

    Questo deve essere il contributo italiano, visto che la nostra posizione, che conserviamo da sette anni, si è dimostrata sempre più inevitabile

    L’Italia non è un Paese neutrale tra Alleanza atlantica e Russia: l’Italia è un coerente alleato degli USA (e non di questa o quest’altra amministrazione americana). E’ la nostra scelta di campo.
    Non c’è solo riconoscenza verso chi ha liberato il nostro Paese dalla dittatura.
    Nessuna stagione di sovranità può portarci ad abbandonare l’Occidente ed i nostri valori.
    Si può essere coerentemente stare in Alleanza atlantica e coerentemente segnare i propri punti di vista

    Non dobbiamo mai rinunciare al doppio binario: sottolineare le critiche alla Russia quando è il caso, ma tenere costantemente aperto il dialogo. Alla fermezza dobbiamo associare l’apertura e il dialogo con un grande vicino come la Russia.

    Questo non è nell’interesse del governo dimissionario, ma dell’Italia.

  • bandiere partito democratico

    #senzadime

    Ieri sera la segreteria regionale del PD ha condiviso unanimemente il rifiuto di ogni ipotesi di alleanza politica nel Parlamento neoeletto con il Movimento Cinquestelle e con la coalizione di Centrodestra.
    Abbiamo ricevuto moltissime mail e telefonate dai nostri elettori e dai nostri militanti che si sono espressi in senso nettamente contrario a alleanze con forze politiche profondamente divergenti da noi nei programmi e nei valori. Rassicuro tutti: questa é anche la nostra posizione.
    Su questi temi si esprimerà anche la Direzione piemontese del PD, che verrà convocata a Torino domenica 18 marzo.
    In quella sede, preso atto del raggiungimento del termine del mandato quadriennale degli organismi regionali, eletti nel febbraio 2014, proporrò l’avvio del percorso congressuale, compatibilmente con quanto verrà definito dalla Assemblea nazionale.
    In ragione della situazione straordinaria determinata dagli esiti della consultazione elettorale nazionale, chiederò alla Direzione regionale di definire un organismo in grado di guidare il partito nella fase congressuale, col massimo di unitarietà e coesione, elementi indispensabili in una fase critica come l’attuale

  • 1945205

    CSI: REGIONE CONVOCA SOCI DEL CONSORZIO PER NUOVO PATTO INDUSTRIALE

    ”È necessario un nuovo patto tra i principali soci del consorzio (Regione, Comune Torino, Città metropolitana, Università e Politecnico), un accordo che tenga conto dei rilievi dell’Anac e che sia in grado di inserire efficienza in un’azienda che ha molte eccellenze tecniche, ma anche elementi di debolezza che la rendono vulnerabile sul mercato”. Lo dichiara il gruppo del Partito democratico alla fine di una riunione convocata dal capogruppo Davide Gariglio sul CSI Piemonte. All’incontro hanno partecipato anche il presidente della Regione, Sergio Chiamparino, il suo vice Aldo Reschigna e gli assessori all’innovazione e al lavoro, Giuseppina De Santis e Gianna Pentenero. “La legge – continua – infatti impone che, per affidare una commessa in-house, si superi  un giudizio di congruità, cioè che i costi siano in linea con i prezzi di mercato. È indispensabile – sottolinea – un piano industriale condiviso da tutti, che preveda forti investimenti in innovazione e sul capitale umano. Entro un paio di settimane – conclude –  la Regione convocherà i soci a un tavolo sul quale discutere le opzioni”

  • gariglio chiampa

    BILANCIO RESPONSABILE: NESSUN TAGLIO LINEARE E INVESTIMENTI

    Abbiamo presentato un bilancio responsabile, senza tagli lineari ma con scelte politiche mirate- Come maggioranza abbiamo voluto sostenere alcuni settori che riteniamo fondamentali, tra questi: il diritto allo studio, i piccoli comuni, le politiche sociali, l’edilizia sociale, il fondo di morosità incolpevole che viene raddoppiato con 4 milioni e il trasporto pubblico su cui sono state aggiunte risorse per l’acquisto di nuovi bus. Rimediare ai guasti del passato era la missione di questo bilancio. Quanto fatto credo debba essere apprezzato: pagare i propri debiti non è solo un’esigenza etica, me è anche un fattore di sviluppo. Oggi possiamo dire finalmente di essere fuori dalle incertezze finanziarie – conclude – si tiene in piedi la macchina regionale e al contempo si creano le condizioni per dare risorse alla nostra comunità attraverso importanti investimenti.

  • 1398-Lineametropolitana1

    Solidarietà ai lavoratori impegnati nel trasporto pubblico locale

    “Il PD del Piemonte esprime la solidarietà ai lavoratori impegnati nel trasporto pubblico locale che hanno manifestato a Torino”. Lo dichiara Davide Gariglio, segretario regionale e capogruppo in Regione Piemonte del PD, che ha incontrato i lavoratori davanti al Comune di Torino dove ha fatto tappa il corteo organizzato dai sindacati. “Il trasporto pubblico locale – prosegue –  è un settore che non può essere trascurato e a cui vanno garantite le risorse necessarie per fornire un servizio indispensabile ai cittadini. La Regione Piemonte – rimarca – ha garantito la copertura economica per evitare il collasso, non solo a tutela dei cittadini ma anche a sostegno di un settore produttivo ampio e con molti lavoratori.  Condivido i motivi che hanno portato i sindacati confederali alla protesta – sottolinea Gariglio – servono garanzie per i lavoratori e per l‘anzianità di lavoro maturata con tanta fatica e responsabilità.  Le difficoltà sono diverse – continua – a partire dalle future gare nelle quali dovranno esserci norme che garantiscano ai lavoratori il riconoscimento dell’anzianità di servizio e dei parametri acquisiti, le cosidette clausole sociali. Il Partito democratico – conclude Gariglio – chiederà alla Giunta regionale di tutelare questi lavoratori”.

  • ambiente

    Solidarietà a Matilde Casa

    Matilde Casa è stata eletta sindaco di Lauriano nel 2008 e nel 2013 con un programma di tutela del territorio. Ed è esattamente quello che ha fatto in questi anni. Nella grafica potete leggere la situazione paradossale in cui si trova ora. Ho firmato la petizione su Change.org in solidarietà del sindaco. Se volete farlo anche voi la trovate qui: https://goo.gl/qJlfPr

    MATILDE CASA (1)
  • gariglio-consiglio-regionale

    Fondazione post olimpica: grave comportamento del Presidente

    “E’ un comportamento gravissimo, nonostante l’inopportunità espressa dalla Regione aver provveduto al pagamento della parcella come libero professionista”. Lo dichiara Davide Gariglio, capogruppo e segretario regionale del PD, a seguito dell’interrogazione urgente presentata stamattina in aula dal suo collega di gruppo, Andrea Appiano, sulla parcella pagata dalla Fondazione XX marzo al presidente della stessa fondazione.

    La questione sollevata dall’interrogazione è che il Consiglio di amministrazione della Fondazione post olimpica aveva conferito al proprio presidente un incarico di coordinamento di tre nuove assunzioni. A seguito delle polemiche le tre nuove assunzioni non sono state fatte ma il pagamento al coordinamento è stato effettuato. “L’inopportunità – proseguono Gariglio e Appiano  – l’avevamo subito sollevata lo scorso aprile, tant’è che le assunzioni vennero subito bloccate, ma è vergognoso che il presidente si sia fatto liquidare una prestazione professionale mai fatta”. Sulla vicenda ha risposto il vice presidente della Regione Piemonte, Aldo Reschigna, che ha annunciato un’iniziativa di chiarimenti.

    “La vicenda ha dell’incredibile – concludono i consiglieri democratici – che un presidente di nomina pubblica ignori un rilievo pesante di inopportunità sollevato da uno degli enti fondatori, mi auguro che i provvedimenti siano proporzionati al comportamento”.

  • gariglio-consiglio-regionale

    Il M5S e Quarto: cosa ne pensano Bono e Appendino?

    I politici del Movimento 5 Stelle rivendicano una diversità dagli altri partiti, ma a Quarto, in Campania, e a Ostia, nel Lazio, si scoprono loro collusioni con la criminalità organizzata. Mi chiedo cosa ne pensano Appendino e Bono. Sempre pronti a fare i moralisti sugli altri, ma su questo sono omertosi. Paura di essere espulsi da Casaleggio?

    Clicca qui per leggere i tre punti che il M5S deve chiarire

Pagina 1 di 3123