• 247722147_4396961560358589_2861150283868442130_n

    Linea 2 della Metro

    Ci sono 3,7 miliardi da spendere in cinque città per le metropolitane (nei commenti trovate il testo -che dovrebbe essere definitivo- della norma contenuta nella legge di bilancio). Quanto andrà al Piemonte? Torino può ottenere una consistente fetta di queste risorse, avendo quasi ultimato il progetto della linea 2 da Rebaudengo al Politecnico. Occorre però che il Consiglio metropolitano che si andrà ad insediare approvi al più presto il PUMS, ossia il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, condizione per avere accesso ai finanziamenti. Solleciterò la questione: lavorando tutti insieme possiamo ottenere grandi risultati!

  • 250405720_4355356744519071_5733023782829433798_n

    Ottenuti i fondi per la seconda linea della metro!

    Dopo mesi di lavoro, centinaia di telefonate, decine di incontri e l’approvazione del nostro ordine del giorno, la nuova legge di bilancio avrà al suo interno i fondi per metropolitane e tranvie. Un trasporto pubblico locale efficiente è un requisito necessario per elevare la qualità della vita, accelerare la transizione ecologica e promuovere l’abbattimento delle emissioni nocive. In questo settore il nostro Paese è in ritardo rispetto alle altre nazioni europee: la media Ue di estensione della rete di tram e metropolitane è infatti di 54,3 chilometri per milione di abitanti, mentre in Italia è di 20,3 per milione di abitanti. Gli investimenti andranno non solo a Torino (per la seconda linea), ma anche a Roma, Milano e Napoli. Una battaglia combattuta e vinta non solo per la nostra città, ma anche per il nostro paese.

  • f22d1fc0-39c3-4c4d-ad26-b33535a73e6d

    Realizziamo la seconda linea della metro!

    REALIZZIAMO LA METRO 2 A TORINO! Nel 2020 sono stati assegnati al Comune di Torino 828 milioni per realizzare la seconda linea di metropolitana. Per costruire la tratta da Rebaudengo al Politecnico queste risorse però non bastano. Nelle pieghe del bilancio dello Stato ci sono risorse che possono essere utilizzate per finanziare il trasporto rapido di massa nelle grandi città. La mia proposta ai partiti che sostengono il Governo Draghi è: lavoriamo tutti insieme per portarle a casa con la legge di bilancio che a dicembre voteremo in Parlamento. Questa è una battaglia che non ha colori politici, ma è di tutti i cittadini torinesi (anche in ottica di una mobilità sostenibile e di una transizione ecologica). Servono investimenti strategici che guardino al futuro e che lascino la città migliore di come l’abbiamo trovata. L’Italia è fanalino di coda dell’Europa per estensione della rete di tram e metro: possiamo cambiare, ma serve un gioco di squadra. Io sono pronto a impegnarmi n questa sfida, a fianco del sindaco LO RUSSO e con tutti coloro che vorranno unirsi.