• phone-602973_1280

    Wi-fi gratuito nelle strutture sanitarie regionali

    Premesso che

    •  l’utilizzo di dispositivi portatili connessi a Internet è una pratica in crescita anche nel settore della sanità. Il personale sanitario necessita sempre più frequentemente di accedere a Internet e utilizzare le risorse offerte dalla Rete per il proprio lavoro. Allo stesso modo, comunicare con l’esterno è anche uno dei bisogni più sentiti dai degenti, soprattutto nel corso di ricoveri lunghi, i quali cercano di ritagliarsi un angolo di quotidianità in un ambiente diverso da casa propria;
    • sono aumentate negli ultimi anni, e sono sempre più numerose, le strutture ospedaliere con la connessione senza fili gratuita; il servizio è già attivo, infatti, in buona parte dei centri ospedalieri liguri, lombardi, emiliani e del Lazio;

    venuto a conoscenza della volontà manifestata dalle precedenti Amministrazioni di promuovere e diffondere l’accesso wi-fi gratuito all’interno delle strutture sanitarie regionali, prevedendo la copertura di rete in tutte le Aziende sanitarie del Piemonte;

    ritenuto che l’estensione del wi-fi gratuito anche in tale ambito rappresenti un passo importantissimo per promuovere la cultura digitale nella nostra regione e, soprattutto, per garantire servizi migliori al personale sanitario, ai pazienti e ai loro parenti;

    INTERROGA
    l’Assessore regionale competente in materia per sapere

    • quale sia ad oggi la reale situazione in Piemonte per quanto concerne la diffusione del wi-fi gratuito all’interno dei presidi sanitari;
    • se si intenda pervenire – e in quali tempi – ad un’estensione del wifi aperto e accessibile a chiunque in tutte le strutture sanitarie regionali, a partire da quelle maggiori.
  • 11018825_850044135079775_3902172044037655061_n

    Serve l’aiuto di tutti per il soccorso in Nepal

    In Nepal il numero delle vittime del terremoto continua a crescere e raggiunge ormai diverse migliaia di morti, in segno di solidarietà chiediamo che la Regione Piemonte impegni parte delle risorse per le emergenze internazionali per contribuire a prestare i primi soccorsi. Il Piemonte ha una lunga tradizione di solidarietà internazionale e quanto è successo in Nepal non può lasciarci indifferenti. Sappiamo che sui territori duramente colpiti è operativo il personale della Protezione civile italiana e del Ministero degli Esteri, la Regione Piemonte deve offrire il massimo impegno a una popolazione che ha perso tutto. Da quanto emerge  i danni sono ingenti ed è quindi necessaria un’ampia solidarietà internazionale.

  • bilancio

    Più risorse ai servizi ai cittadini!

    Più risorse al servizio di trasporto pubblico locale, più risorse alle attività produttive e al diritto allo studio: sono alcuni dei provvedimenti contenuti del maxi-emendamento al Bilancio 2015 della maggioranza di centro sinistra in Consiglio regionale del Piemonte. In questi giorni il documento contabile della Regione per il 2015 è in discussione in I commissione (Bilancio e finanze). L’emendamento predisposto da tutta la maggioranza sarà firmato dai capigruppo e al cui interno sono inserite tutte le proposte di variazione. “C’è stata piena sintonia dei consiglieri di maggioranza – dichiara il capogruppo del PD, Davide Gariglio – pur garantendo il massimo rigore sui conti regionali, abbiamo cercato di recuperare le risorse necessarie per i servizi ai cittadini piemontesi e il necessario sostegno all’economia regionale”.

    Le principali variazioni sono:

    • Trasporto pubblico locale: aggiunti 15 milioni di euro;
    • Iniziative sulle attività produttive: incremento di 4.050.000 euro. In questa voce sono previsti risorse aggiuntive per le start up innovative, progetti di sviluppo turistico e sostegno al credito per le piccole imprese;
    • Diritto allo studio universitario aumentato lo stanziamento di 2 milioni di euro e altrettanti per le altre scuole (assegni studio, libri e trasporti e scuole infanzia)
    • Aree protette e protezione civile: 1,1 milioni di euro;
    • Sistema culturale del Piemonte: quasi 2 milioni.

    La somma del maxi emendamento è di circa 26 milioni di euro. “La maggioranza ha dato prova di grande responsabilità – conclude il capogruppo Pd Gariglio – ora mi auguro che si possa arrivare in tempi certi all’approvazione dell’intera legge”.

  • valpellice

    Affidamento in gestione alla società Hockey Club Valpellice del Palaghiaccio olimpico di Torre Pellice

    Interrogazione di Davide Gariglio sull’affidamento in gestione alla società Hockey Club Valpellice del Palaghiaccio olimpico di Torre Pellice

     Premesso che

    • il Palaghiaccio olimpico di Torre Pellice “Giorgio Cotta Morandini”, realizzato per le Olimpiadi invernali 2006, è un impianto all’avanguardia in Italia con una capienza di 2370 spettatori e una superficie coperta pari a ben 5286 metri quadri. La struttura ospita principalmente incontri di hockey su ghiaccio, ma è aperta anche al pattinaggio ricreativo, al pattinaggio artistico e al broomball (sport di origine canadese);
    • grazie alla presenza del Palaghiaccio e all’impegno della società Hockey Club Valpellice Bulldogs, che fin dalla sua costruzione lo utilizza per le proprie attività, l’hockey ha avuto nell’ultimo decennio un notevole sviluppo in Valpellice e in tutto il Piemonte con la conquista di importanti traguardi: oltre 150 ragazzi si sono avvicinati a questa disciplina sportiva e la Prima Squadra della Hockey Club Valpellice Bulldogs nella stagione 2012/2013 ha vinto la Coppa Italia;

    considerato che

    • dopo le Olimpiadi 2006 l’impianto è rimasto in proprietà della Regione Piemonte ed è stato affidato con contratto di comodato d’uso alla suddetta società Hockey Club Valpellice Bulldogs, contratto successivamente prorogato di stagione in stagione nelle more dell’emanazione di un bando pubblico di assegnazione in gestione;
    • con determinazione dirigenziale n. 290 del 10 giugno 2014 è stata finalmente attivata la procedura esplorativa finalizzata alla concessione triennale del servizio di gestione dell’impianto sportivo e delle attività connesse, volte ad assicurarne il funzionamento e l’erogazione del servizio sportivo che nello stesso si svolge;
    • con successiva determinazione dirigenziale n. 342 del 10 luglio 2014 è stato quindi approvato il capitolato speciale di oneri e la Hockey Club Valpellice Bulldogs ha avuto l’aggiudicazione provvisoria dell’impianto;

    constatato che  trascorsi oltre otto mesi dall’aggiudicazione provvisoria, ad oggi non risulta essere ancora stato stipulato il contratto di concessione triennale del servizio di gestione alla società Hockey Club Valpellice, che altresì ancora attende l’erogazione dei relativi contributi regionali, necessari ad assicurare la prosecuzione delle attività sportive;

    INTERROGA l’Assessore competente per sapere quali siano le tempistiche previste per la stipula del contratto di concessione triennale del servizio di gestione alla società Hockey Club Valpellice Bulldogs del Palaghiaccio olimpico di Torre Pellice.

  • consiglio-regionale

    Il bilancio del Piemonte

    La situazione dei conti è molto seria, il Pd sostiene convintamente la linea del Presidente Sergio Chiamparino e di Aldo Reschigna che non metterà in bilancio alcuna risorsa che non rappresenti una reale entrata, convinti che la trasparenza dei conti rappresenti il modo migliore per presentarsi ai cittadini. Detto questo, ribadiamo le priorità di tutelare le fasce deboli e di non far mancare il sostegno al trasporto pubblico, al welfare e al diritto lo studio. Pur convinti delle priorità sappiamo bene che le risorse non si inventano e pertanto faremo delle scelte politiche.

  • autismo

    Autismo: la nostra mozione

    La mozione sui disturbi dello spettro autistico sarà discussa martedì in Consiglio. Occorre potenziare le attuali politiche in materia e approvare in tempi rapidi una normativa specifica di riferimento. Il testo completo (che fornisce un quadro sintetico, ma chiaro della situazione e di cosa è necessario) lo potete leggere qui . Di seguito trovate una grafica con la sintesi della mozione (realizzata dal Gruppo regionale del PD Piemonte):

    autismo

  • medici

    ASL TO1, l’ennesimo episodio

    Le vicende dell’ASL TO1 hanno più puntate di Beautiful! Ecco un riassunto dell’ultimo episodio: con l’approvazione del Regolamento aziendale sono state introdotte alcune cose piuttosto inopportune (e altre decisamente illegittime). Un esempio: alle Strutture Complesse (tra cui quella formazione e Sviluppo Professionale che non può procedere ad acquisti), sono state attribuite competenze per acquisti in economia fino a 207.000€. Di seguito potete leggere anche il resto, dall’introduzione di procedure che potrebbero quasi paralizzare l’assistenza ai pazienti all’approvazione di due istituti vietati dalla normativa vigente.

    OGGETTO: Modifica dell’Atto aziendale ad opera della Deliberazione n. 1039/2014 dell’ASL TO1.

    Premesso che

    · con la deliberazione del Direttore Generale dell’ASL TO1 n. 1039 del 31 dicembre 2014 è stato approvato il nuovo Regolamento aziendale per la disciplina dell’affidamento in economia di forniture, servizi e lavori e, contestualmente, sono state revocate le deliberazioni n. 56 del 9 febbraio 2011 di approvazione del “Regolamento Aziendale per forniture di beni e servizi in economia” e del “Regolamento Aziendale per l’affidamento dei lavori in economia” e n. 369 del 16 maggio 2013 di recepimento del “Regolamento degli acquisti in economia di beni e servizi della FS3”;

    considerato che
    · in deroga a quanto stabilito dalla Regione Piemonte e, in particolare, dall’Assessorato alla Sanità circa il divieto di modificare gli attuali assetti organizzativi e gli atti aziendali delle ASR, il succitato nuovo regolamento modifica di fatto l’Atto aziendale attualmente vigente per almeno quattro aspetti principali:
    – attribuisce alle Strutture Complesse indicate all’articolo 7 (tra le quali la SC Formazione e Sviluppo Professionale che attualmente non può procedere ad alcun acquisto) competenze per acquisti in economia fino a 207.000,00 euro (200.000,00 per lavori) e senza limitazioni relative alle diverse categorie merceologiche, ciò in evidente discontinuità con quanto previsto dal vigente Atto aziendale che consente solo ad alcune di tali Strutture di effettuare acquisti fino ad un valore di 20.000,00 euro e per settori merceologici specifici in base alle proprie competenze;
    – non comprende tra le suddette Strutture Complesse la SC Gestione Approvvigionamenti, peraltro l’unica, sulla base dell’attuale Atto aziendale, in grado di effettuare acquisti al di sopra della soglia dei 20.000,00 euro; inoltre l’articolo 5 del nuovo regolamento sottrae a tale SC la tenuta dell’Albo delle Imprese, attribuendola al Direttore del Dipartimento Amministrativo;
    – assegna persino alla Struttura Complessa Patrimonio la competenza ad effettuare acquisti sebbene, secondo l’attuale Atto aziendale, tale attività non rientri nelle sue specifiche funzioni;
    – riduce il limite di spesa attribuito alla SC Farmaceutica Ospedaliera a 10.000 euro ed introduce procedure farraginose che, unite ai costi di terapie onerose, potrebbero provocare pesanti disguidi e ritardare, fino a quasi paralizzare, l’assistenza sanitaria ai pazienti in ambito chirurgico, oncologico e territoriale per la fornitura di farmaci e dispositivi medici;
    · il suddetto nuovo regolamento prevede, poi, all’articolo 6 gli istituti del rinnovo e della proroga (che devono essere “approvati con apposito e motivato provvedimento deliberativo del Direttore Generale dell’ASL TO1”), due istituti, tuttavia, espressamente vietati dalla normativa vigente e ritenuti illegittimi dalla giurisprudenza esistente in materia al di fuori dei limiti consentiti;
    considerato, altresì, che
    · appare quanto meno incomprensibile la ratio alla base della volontà di procedere all’approvazione di un nuovo regolamento per gli acquisti in economia a soli tre mesi dalla scadenza della Direzione Generale dell’Azienda, dal momento che tale materia è già disciplinata dalle deliberazioni citate in premessa (nn. 56/2011 e 369/2013);
    · appare, inoltre, decisamente singolare il fatto che né i Dirigenti preposti all’acquisizione delle forniture di beni e servizi in economia, né i responsabili delle SC Controllo di Gestione e Economico-Finanziario, siano stati coinvolti nella predisposizione del nuovo regolamento, atto che risulta essere stato proposto direttamente dal Direttore Amministrativo e approvato dal Direttore Generale, nonostante l’esistenza di indagini da parte della Procura presso la Corte dei conti per l’illegittimo affidamento di servizi per conto dell’ASL;
    · sebbene il succitato nuovo Regolamento aziendale per la disciplina dell’affidamento in economia di forniture, servizi e lavori introduca delicate e molto rilevanti modifiche nell’organizzazione aziendale, la Direzione si è ben guardata sia dall’informare le Strutture coinvolte circa le novità introdotte, sia dal fornire indicazioni operative a riguardo;

    Tutto ciò premesso e considerato,
    INTERROGA
    l’Assessore regionale competente in materia

    · per sapere se non ritenga le procedure previste dal nuovo Regolamento approvato con la deliberazione del Direttore Generale dell’ASL TO1 n. 1039 del 31 dicembre 2014 illegittime e inopportune.

    Torino, 16 gennaio 2015

    Firmatario Davide Gariglio

  • immagine-per-cie

    Chiusura dei CIE

    Votata la mozione sui Centri di identificazione per gli stranieri (CIE) proposta dal consigliere Marco Grimaldi (SEL). Il Partito democratico, a partire dal presidente Sergio Chiamparino, ha votato a favore del testo: a distanza di anni dalla loro istituzione riteniamo sia necessaria una riflessione per arrivare al superamento di questo strumento.

    cie

  • consiglio-regionale

    Manovra fiscale: maggioranza compatta, legge necessaria per far fronte a situazione difficile

    La manovra fiscale approvata è stata sostenuta da tutta la maggioranza. Abbiamo introdotto modifiche sull’Irpef e sul bollo auto per far fronte a una situazione molto grave dei conti che andava affrontata con urgenza; nonostante la situazione sono stati introdotti criteri di equità nella rimodulazione dell’Irpef, introducendo sgravi per le famiglie numerose.

    Continua a leggere

  • gariglio-consiglio-regionale

    Bilancio: la situazione della Regione è grave! Forza Italia sia costruttiva e abbandoni l’ostruzionismo

    Stanno giocando col fuoco: la casa-Regione brucia ed il gruppo di Forza Italia, anziché preoccuparsi di spegnere l’incendio presenta oltre 180 emendamenti, illegittimi e palesemente ostruzionistici. Forza Italia ha proposto emendamenti fantasiosi sull’ IRPEF: tipo esentare chi pratica sport oppure a chi appartiene al Corpo Forestale. Mi auguro che tornino presto ad un approccio costruttivo e disponibile ad un confronto sul merito dei provvedimenti.

    Continua a leggere

Pagina 4 di 7« Prima...23456...Ultima »