• 132787769_3468966303158124_5914537876196578536_n

    TAV: meno costi per i cittadini

    Oggi la Commissione Trasporti, su mia proposta, ha espresso parere favorevole al contratto di programma tra Stato italiano, Ferrovie dello Stato e TELT (Tunnel Euralpin Lyon Turin sas, la società incaricata di realizzare la sezione transfrontaliera della Torino-Lione, che include il tunnel di base lungo 57 km). Hanno votato a favore PD, Italia Viva e le opposizioni, ha votato contro il M5S.
    Il documento era stato approvato dal CIPE, registrato dalla Corte dei Conti e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 30 maggio 2018 e da allora era rimasto nei cassetti per veti politici.
    Un mese fa é stato inviato alle Commissioni parlamentari per il parere, un passaggio obbligatorio prima della sottoscrizione del contratto, e oggi la Camera si é espressa a favore.
    Ora c’è stato il nulla osta alla sottoscrizione formale del contratto, che é una delle condizioni (i “milestones”) poste dall’Unione europea, che finanzia il 40% dei costi della tratta trasfrontaliera, per verificare la serietà dell‘impegno del Governo italiano e aprire di conseguenza la negoziazione per incrementare dal 40% al 50% la quota di partecipazione europea ai costi dell’opera.
    La sottoscrizione del contratto di programma permette inoltre di erogare sul territorio piemontese le risorse economiche previste a compensazione dell’intervento. Oltre ai 9 milioni di finanziamenti già erogati ai comuni, la firma del contratto permetterà l’erogazione immediata di altri 32 milioni, su interventi che sono già stati individuati dalla Regione Piemonte e dai Comuni interessati dall’opera.
    La firma sblocca inoltre ulteriori 57 milioni di risorse, che verranno pagate dallo Stato italiano, tramite TELT, alla Regione Piemonte, che attraverso l’Osservatorio TAV concorderà con i Comuni come utilizzarli sul territorio.
    Non solo oggi quindi si regolarizzano definitivamente i rapporti contrattuali e si da certezza giuridica ad un’opera in corso di realizzazione, ma si creano le condizioni per ridurre il costo dell’intervento a carico dei cittadini italiani e si permette l’erogazione di quasi 100 milioni di risorse fresche sul territorio della Val Susa.
  • WhatsApp Image 2020-12-23 at 10.03.00

    Scuole e trasporti: ecco come potenziare il trasporto scolastico

    I nostri ragazzi DEVONO poter tornare a frequentare in presenza, e per farlo occorre risolvere le criticità dei trasporti. Abbiamo provato a farlo con la Legge di Bilancio che stanzia nuove risorse per potenziare il servizio: si tratta di 200 milioni di euro per le Regioni e 150 milioni per i Comuni. Grazie all’emendamento approvato all’unanimità dalla Commissione Trasporti gli enti locali potranno utilizzare queste risorse anche per stipulare convenzioni con imprese che fanno attività di trasporto mediante noleggio di autobus con conducente oppure con taxi o con Ncc. L’obiettivo prioritario per la ripresa di gennaio è infatti quello di incentivare i collegamenti con le scuole e promuovere con efficacia e sicurezza la ripresa delle lezioni in presenza.

  • WhatsApp Image 2020-12-18 at 14.46.46

    Aeroporti indispensabili per la ripartenza del turismo e del business: trovato l’accordo

    E’ stato raggiunto l’accordo sul mio emendamento. Verrà infatti istituito un fondo destinato a compensare i gestori aeroportuali (450 milioni di euro) ed i prestatori di servizi di assistenza a terra (50 milioni). Il Ministero dei Trasporti viene inoltre autorizzato ad erogare immediatamente, a titolo di anticipazione, soldi sia ai gestori aeroportuali (450 milioni) che alle imprese di handling (50milioni) che ne facciano richiesta: ciò consentirà di far fronte alla gravissima crisi di cassa delle imprese del settore. A Caselle arriveranno circa 18 milioni. Abbiamo fortemente voluto questa norma per salvaguardare la continuità aziendale dei gestori aeroportuali, che nel 2020 hanno registrato una riduzione di fatturato pari a 1,7 miliardi di euro. Riteniamo infatti che sia indispensabile mettere in sicurezza questo comparto, come hanno già fatto i principali Stati europei, perché gli aeroporti saranno indispensabili per garantire la ripartenza del turismo nel nostro paese e la ripresa del business.

  • Gariglio (6)

    Tav: risparmi per mezzo miliardo di euro

    La firma del contratto di programma tra Mit, Ferrovie dello Stato e Telt per la realizzazione della Tav potrà garantire minori spese complessive per quasi mezzo miliardo di euro.
    Come ha giustamente ricordato l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Gianfranco Battisti, la ratifica del contratto è il presupposto per l’attivazione delle risorse di co-finanziamento da parte dell’Unione europea, che potrà aumentare la propria contribuzione fino al 50 per cento, mentre oggi è ferma al 40 per cento.
    Inoltre, Battisti, rispondendo ad alcune mie domande, ha anche fornito indicazioni sui lavori accessori relativi alla Tav:
    – ha confermato che per adeguare la linea ferroviaria storica tra Bussoleno e Avigliana, del valore di 200 milioni, è in corso l’iter autorizzativo per far partire i lavori;
    – per il collegamento ferroviario tra Avigliana, l’interporto di Orbassano e la Città di Torino (opere di valore pari a 1,7 miliardi), il manager di FS ha sottolineato che è stata ultimata la progettazione preliminare: per questa tratta l’impegno del Pd è quello di fare in modo che il prossimo contratto di programma tra Stato e Rfi finanzi per intero tali opere;
    – per le fermate di San Paolo, Le Gru e Zapata del passante ferroviario di Torino, è stata annunciata l’attivazione nel 2024.

  • WhatsApp Image 2020-12-11 at 12.49.03

    TAV: create le condizioni per la massima trasparenza

    Per la TAV abbiamo creato le condizioni per la realizzazione in totale trasparenza: si tratta di un contratto che garantirà formalmente costi e tempistiche della realizzazione. Il documento ufficializza inoltre gli stanziamenti relativi alle opere compensative del territorio e regolamenta le certezze giuridiche dell’opera: crea insomma le condizioni affinché ci sia massima limpidezza nell’iter dei lavori, nelle rispettive competenze e nelle opere compensative del territorio. Mi auguro che il Parlamento possa approvarlo all’unanimità.

  • ETR500PT-normal-TAV1

    Audizioni di RFI e Trenitalia – i documenti

    Cari amici,

    di seguito trovate i documenti presentati da Trenitalia e RFI durante le audizioni alla Camera:

    •  Nel documento di Trenitalia troverete la presentazione generale, il nuovo orario e le implicazioni, l’andamento degli indicatori industriali e una parte dedicata alla sostenibilità
    • Nel documento di RFI trovate invece la loro spiegazione sulle esigenze alla base del cambiamento di orari, i criteri di progettazione, l’evoluzione della puntalità e dei volumi di offerta e gli orari del 2020

    Vi tengo aggiornati sugli sviluppi

  • scopri CHI SONO GLI ESPERTI NOMINATI DA TONINELLI PER SVOLGERE L’ANALISI COSTI BENEFICI DELLA TAV (1)

    Da Trenitalia e Rfi rimbalzo di responsabilità sui tagli alla AV TORINO-VENEZIA

    “Con il prossimo orario invernale Trenitalia aumenterà i collegamenti ad alta velocità da Torino per il centro –sud Italia ma ridurrà i convogli diretti a Venezia”: è quanto dichiara il capogruppo del Pd in Commissione Trasporti, Davide Gariglio, sull’audizione dell’Amministratore delegato dell’azienda Orazio Iacono che si è svolta oggi, giovedì 5 dicembre, a Montecitorio.
    “Dall’incontro è emerso che Trenitalia manterrà i collegamenti quotidiani del capoluogo piemontese con Milano, prevedendo anche un treno notturno da Torino alle ore 23, mentre i collegamenti con Roma e Napoli passeranno rispettivamente, dal 7 dicembre, da 34 a 38 e da 17 a 28. Se queste scelte ci lasciano pienamente soddisfatti, dobbiamo però rimarcare che la drastica riduzione dei Frecciarossa da e per Venezia, che passano dalle attuali 18 ad 8, rappresenta una decisione inaccettabile che andrà sicuramente rimodulata”: continua Davide Gariglio.
    “Nel corso dell’audizione è comunque emerso l’impegno di Trenitalia di aumentare i collegamenti con il capoluogo veneto e ci è stato riferito che questi tagli non dipendono dalla bassa redditività della tratta ma dalla volontà di Rfi di concedere ad Italo un maggiore utilizzo dell’infrastruttura ferroviaria Milano – Roma, nonostante lo stesso Italo abbia cancellato i treni nel percorso Torino – Venezia sopprimendo ogni collegamento diretto tra le due città. Alla luce di queste dichiarazioni abbiamo chiesto una nuova audizione con Rfi per capire esattamente chi e per quali reali motivi voglia penalizzare il trasporto ferroviario sull’asse est-ovest del paese”: conclude Davide Gariglio.

  • WhatsApp Image 2019-05-28 at 18.32.27

    TAV: oggi scadono i bandi Telt, cosa farà Salvini?

    Oggi scadono le manifestazioni d’interesse legate ai bandi lanciati da Telt a febbraio per il tunnel di base della Torino-Lione: vediamo se Salvini, come promette da mesi, sbloccherà i lavori della Tav o ricomincerà a fare melina con il M5S in attesa di un probabile rimpasto di governo!

  • scopri CHI SONO GLI ESPERTI NOMINATI DA TONINELLI PER SVOLGERE L’ANALISI COSTI BENEFICI DELLA TAV

    Smascherato l’inganno sull’Asti-Cuneo

    L’inganno sull’Asti – Cuneo, come avevamo da tempo purtroppo annunciato, è stato smascherato definitivamente ieri dal Cipe che non ha stanziato ancora nessuna risorsa per l’infrastruttura. E’ ormai chiaro che le promesse fatte dal Premier Conte e dal Ministro Toninelli lo scorso mese sulla prossima riapertura dei lavori non potranno essere realizzate ed il governo, riproponendo la stessa soluzione del precedente ministro Delrio, ha perso di fatto un anno di tempo inutilmente. Ma queste scelte, frutto di evidente incompetenza ed improvvisazione che caratterizzano da sempre il M5S, sono state avallate dalla Lega, da Salvini e dal Sottosegretario Giorgetti che come segretario del Cipe ha una responsabilità diretta in questo disastro. Il candidato del centrodestra per la Regione Piemonte, Alberto Cirio, è in chiara difficoltà, ma continua nella sua politica degli annunci. Ha affermato infatti che in caso vittoria porterà le Olimpiadi invernali a Torino, ma con la Lega come alleato sa bene di non poter promettere niente.

  • gariglio-trasporti

    I trasporti

    [Aggiornato il 29/09/2016]

    Le mie battaglie sui trasporti nella nuova legislatura:

    Alcune delle mie battaglie sui trasporti nell’ultima legislatura (2010-2014):

    Continua a leggere