• 132787769_3468966303158124_5914537876196578536_n

    TAV: meno costi per i cittadini

    Oggi la Commissione Trasporti, su mia proposta, ha espresso parere favorevole al contratto di programma tra Stato italiano, Ferrovie dello Stato e TELT (Tunnel Euralpin Lyon Turin sas, la società incaricata di realizzare la sezione transfrontaliera della Torino-Lione, che include il tunnel di base lungo 57 km). Hanno votato a favore PD, Italia Viva e le opposizioni, ha votato contro il M5S.
    Il documento era stato approvato dal CIPE, registrato dalla Corte dei Conti e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 30 maggio 2018 e da allora era rimasto nei cassetti per veti politici.
    Un mese fa é stato inviato alle Commissioni parlamentari per il parere, un passaggio obbligatorio prima della sottoscrizione del contratto, e oggi la Camera si é espressa a favore.
    Ora c’è stato il nulla osta alla sottoscrizione formale del contratto, che é una delle condizioni (i “milestones”) poste dall’Unione europea, che finanzia il 40% dei costi della tratta trasfrontaliera, per verificare la serietà dell‘impegno del Governo italiano e aprire di conseguenza la negoziazione per incrementare dal 40% al 50% la quota di partecipazione europea ai costi dell’opera.
    La sottoscrizione del contratto di programma permette inoltre di erogare sul territorio piemontese le risorse economiche previste a compensazione dell’intervento. Oltre ai 9 milioni di finanziamenti già erogati ai comuni, la firma del contratto permetterà l’erogazione immediata di altri 32 milioni, su interventi che sono già stati individuati dalla Regione Piemonte e dai Comuni interessati dall’opera.
    La firma sblocca inoltre ulteriori 57 milioni di risorse, che verranno pagate dallo Stato italiano, tramite TELT, alla Regione Piemonte, che attraverso l’Osservatorio TAV concorderà con i Comuni come utilizzarli sul territorio.
    Non solo oggi quindi si regolarizzano definitivamente i rapporti contrattuali e si da certezza giuridica ad un’opera in corso di realizzazione, ma si creano le condizioni per ridurre il costo dell’intervento a carico dei cittadini italiani e si permette l’erogazione di quasi 100 milioni di risorse fresche sul territorio della Val Susa.
  • WhatsApp Image 2020-12-23 at 10.03.00

    Scuole e trasporti: ecco come potenziare il trasporto scolastico

    I nostri ragazzi DEVONO poter tornare a frequentare in presenza, e per farlo occorre risolvere le criticità dei trasporti. Abbiamo provato a farlo con la Legge di Bilancio che stanzia nuove risorse per potenziare il servizio: si tratta di 200 milioni di euro per le Regioni e 150 milioni per i Comuni. Grazie all’emendamento approvato all’unanimità dalla Commissione Trasporti gli enti locali potranno utilizzare queste risorse anche per stipulare convenzioni con imprese che fanno attività di trasporto mediante noleggio di autobus con conducente oppure con taxi o con Ncc. L’obiettivo prioritario per la ripresa di gennaio è infatti quello di incentivare i collegamenti con le scuole e promuovere con efficacia e sicurezza la ripresa delle lezioni in presenza.

  • WhatsApp Image 2020-12-18 at 14.46.46

    Aeroporti indispensabili per la ripartenza del turismo e del business: trovato l’accordo

    E’ stato raggiunto l’accordo sul mio emendamento. Verrà infatti istituito un fondo destinato a compensare i gestori aeroportuali (450 milioni di euro) ed i prestatori di servizi di assistenza a terra (50 milioni). Il Ministero dei Trasporti viene inoltre autorizzato ad erogare immediatamente, a titolo di anticipazione, soldi sia ai gestori aeroportuali (450 milioni) che alle imprese di handling (50milioni) che ne facciano richiesta: ciò consentirà di far fronte alla gravissima crisi di cassa delle imprese del settore. A Caselle arriveranno circa 18 milioni. Abbiamo fortemente voluto questa norma per salvaguardare la continuità aziendale dei gestori aeroportuali, che nel 2020 hanno registrato una riduzione di fatturato pari a 1,7 miliardi di euro. Riteniamo infatti che sia indispensabile mettere in sicurezza questo comparto, come hanno già fatto i principali Stati europei, perché gli aeroporti saranno indispensabili per garantire la ripartenza del turismo nel nostro paese e la ripresa del business.

  • Gariglio (6)

    Tav: risparmi per mezzo miliardo di euro

    La firma del contratto di programma tra Mit, Ferrovie dello Stato e Telt per la realizzazione della Tav potrà garantire minori spese complessive per quasi mezzo miliardo di euro.
    Come ha giustamente ricordato l’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Gianfranco Battisti, la ratifica del contratto è il presupposto per l’attivazione delle risorse di co-finanziamento da parte dell’Unione europea, che potrà aumentare la propria contribuzione fino al 50 per cento, mentre oggi è ferma al 40 per cento.
    Inoltre, Battisti, rispondendo ad alcune mie domande, ha anche fornito indicazioni sui lavori accessori relativi alla Tav:
    – ha confermato che per adeguare la linea ferroviaria storica tra Bussoleno e Avigliana, del valore di 200 milioni, è in corso l’iter autorizzativo per far partire i lavori;
    – per il collegamento ferroviario tra Avigliana, l’interporto di Orbassano e la Città di Torino (opere di valore pari a 1,7 miliardi), il manager di FS ha sottolineato che è stata ultimata la progettazione preliminare: per questa tratta l’impegno del Pd è quello di fare in modo che il prossimo contratto di programma tra Stato e Rfi finanzi per intero tali opere;
    – per le fermate di San Paolo, Le Gru e Zapata del passante ferroviario di Torino, è stata annunciata l’attivazione nel 2024.

  • 131663550_3449437675110987_8580467509229572393_n

    Rifiuti in mare: lottiamo per la tutela delle nostre acque

    Sapevate che in Italia si può inquinare nei porti e nelle coste in totale legalità?
    Quando l’ho scoperto mi sono detto “è scandaloso, ma da parlamentare posso fare qualcosa per cambiare le cose”. Ci ho provato FIN DA MAGGIO:
    – Ho presentato un’interrogazione dura sul tema. RISPOSTA? NESSUNA. (Qui il video che avevo pubblicato in cui si vede quel che accade nel nostro mare: https://fb.watch/2oB61I90wr/ Qui il testo della mia interrogazione: https://bit.ly/stopinquinamentoinmare)
    – Ho mandato mail e PEC sia al Ministro dell’Ambiente, sia a quello delle Infrastrutture per sollecitare una loro attivazione. RISPOSTA? NESSUNA!
    Dopo mesi di battaglia, ieri arriva Report a fare un servizio su questo argomento (qui il link della trasmissione: https://bit.ly/report-acqueluride) e SORPRESA: il Ministro Costa alla televisione risponde subito (…io ancora attendo). Questo è il risultato della politica interessata più all’immagine che ad ascoltare e trovare soluzioni per i problemi.
  • WhatsApp Image 2020-12-11 at 12.49.03

    TAV: create le condizioni per la massima trasparenza

    Per la TAV abbiamo creato le condizioni per la realizzazione in totale trasparenza: si tratta di un contratto che garantirà formalmente costi e tempistiche della realizzazione. Il documento ufficializza inoltre gli stanziamenti relativi alle opere compensative del territorio e regolamenta le certezze giuridiche dell’opera: crea insomma le condizioni affinché ci sia massima limpidezza nell’iter dei lavori, nelle rispettive competenze e nelle opere compensative del territorio. Mi auguro che il Parlamento possa approvarlo all’unanimità.

  • Gariglio (1)

    Salviamo la stagione sciistica

    L’obiettivo di governo e maggioranza è quello di consentire, non appena sarà possibile allentare le attuali restrizioni, lo svolgimento della stagione sciistica. La risoluzione approvata all’unanimità in Commissione Trasporti della Camera va infatti in questa direzione chiedendo la definizione rapida di protocolli di sicurezza per l’utilizzo degli impianti di risalita da parte degli utenti, prorogando tutte le tipologie di revisione per le infrastrutture a fune e sostenendo anche economicamente il sistema ricettivo ed occupazionale di interi territori montani che hanno già subito perdite nella stagione estiva. L’economia di interi territori, soprattutto dell’arco Alpino, dipende infatti dal turismo sportivo e sono necessarie misure efficaci e regole chiare per consentire agli operatori una programmazione certa degli interventi e degli investimenti.
  • Gariglio

    In Piemonte situazione drammatica, Cirio agisca e non polemizzi

    La situazione in Piemonte per i ricoveri da Covid è drammatica ed in alcuni ospedali di Torino vengono già utilizzate la barelle da campo per i pazienti: il Presidente Cirio continua però soltanto a polemizzare con il governo sulle misure di prevenzione predisposte. Negare la realtà e continuare a inseguire Salvini su demagogia e populismo sta avendo conseguenze devastanti: chiedo al Governatore di agire in fretta ed utilizzare ogni risorsa per evitare una catastrofe

  • gariglio-consiglio-regionale

    Question time sull’autoproduzione nei porti

    Interrogazione a risposta immediata al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti  per sapere,

    premesso che, nel porto di Genova, secondo quanto riportato da organi di stampa, nella notte del 7 ottobre scorso sulla nave traghetto “La Superba” del gruppo GNV le operazioni portuali di rizzaggio dei veicoli sarebbero state svolte da lavoratori marittimi di bordo anziché dai lavoratori portuali dell’impresa autorizzata nel porto di Genova;

    il fatto si sarebbe ripetuto, sempre secondo i media nella giornata di sabato 10 ottobre ad opera del personale della nave “Fantastic” del gruppo GNV;

    in tale occasione i marittimi avrebbero effettuato un’operazione portuale consistente nel girare le maniglie delle zampe dei trailer, operazione che sarebbe stata anche ripresa in video;

    sul luogo sarebbero prontamente intervenuti i rappresentanti sindacali e, a seguito di chiamata da parte dei RLS, anche gli ispettori dell’Ufficio sicurezza dell’AdSP, che avrebbero assistito alla violazione;

    le organizzazioni sindacali, anche per motivi di sicurezza, avrebbero sospeso le operazioni di carico dei semirimorchi effettuate dai lavoratori del terminal;

    sul luogo sarebbe anche intervenuto il personale della Capitaneria di Porto, che si sarebbe riservato di effettuare approfondimenti successivi alla ripartenza della nave;

    a questo punto la nave avrebbe cessato le operazioni di carico, lasciando in banchina vari mezzi ancora non caricati, pur di non ricorrere al personale portuale;

    tale episodio sarebbe in piena violazione dell’art. 199 bis del decreto legge 19 maggio 2020 n. 34, come convertito dalla legge 17 luglio 2020 n. 77, e del Regolamento (UE) 2017/352 del Parlamento e del Consiglio del 15 febbraio 2017, in particolare l’articolo 2 comma 2 che, tra l’altro prescrive come le operazioni di rizzaggio e derizzaggio sono comprese nel ciclo della movimentazione merci.

    se il Governo sia a conoscenza dei fatti espressi in premessa e se conseguentemente le navi citate, che avrebbero svolto in autoproduzione le operazioni portuali, abbiano violato la legge vigente senza peraltro un adeguato controllo da parte delle autorità competenti ed in palese non ottemperanza delle norme sulla sicurezza del lavoro.

  • lega

    No ai bus per soli bianchi

    “La proposta della Lega in provincia di Bergamo avanzata ufficialmente al Prefetto di impedire ai migranti richiedenti asilo di utilizzare il servizio pubblico di trasporto è un atto gravissimo di razzismo che va rigettato senza compromessi. Per evitare affollamenti, anche negli autobus, vanno ampliate le corse e rafforzati i servizi e non invocate norme razziali anacronistiche e nostalgiche. Bergamo ed il suo territorio non si meritano che il Covid venga strumentalizzato per fini elettorali anche perché l’Istituto superiore di sanità ha certificato che il peso dei migranti sull’aumento dei contagi è minimale. Per monitorare questa vicenda squallida presenterò una interrogazione parlamentare al Ministro dell’Interno”: è quanto dichiara Davide Gariglio, capogruppo Pd in Commissione Trasporti di Montecitorio.

Pagina 1 di 2612345...1020...Ultima »