• Chiamparino a Saluzzo

    #corrichiampa

    Il Piemonte ha bisogno di un nuovo inizio, il Piemonte ha bisogno di Chiamparino . E’ il nostro candidato, la nostra storia, i nostri valori. A lui chiediamo di andare in Regione e fare la rivoluzione.
    Continua a leggere

  • Donne e PD

    Cambiamo con le donne

    Documento delle Democratiche e di tutto il Partito Democratico

    Non chiediamo semplicemente “quote rosa”, ma il pieno riconoscimento delle donne nella vita del nostro Paese. Milioni di donne subiscono pesantemente l’effetto della crisi economica, vivono in una condizione di precarietà, sono costrette a scegliere tra famiglia e lavoro. Eppure, per superare la fase difficile che stiamo vivendo c’è bisogno delle donne, della loro capacità e delle loro competenze, della speranza con la quale, specie le più giovani, hanno studiato, investendo sul proprio futuro.
    Continua a leggere

  • Bandiere del PD

    Il primo discorso

    Il primo discorso da segretario regionale del Partito Democratico

    “Chi sogna può muovere le montagne”
    Herzog, Fitzcarraldo, 1982

    Care amiche e cari amici,
    si è chiuso un lungo percorso congressuale PD, che ha visto impegnato il partito a tutti i livelli:

    • nei congressi provinciali e di circolo
    • nelle primarie dell’8 dicembre per eleggere il segretario nazionale
    • nelle primarie del 16 febbraio per eleggere il segretario regionale

    Continua a leggere

  • sanità_Amato

    La sanità


    Una Regione dove si vive bene è una Regione capace di fornire ai cittadini un’assistenza efficace e tempestiva, nella quale siano tenuti insieme sanità e sociale, ospedale e territorio: è nel percorso di continuità delle cure che si assicurano la qualità e la sicurezza degli interventi.

    Continua a leggere

  • partito_daniele

    Il PD

    “Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere” Mahatma Gandhi

    Dobbiamo superare la logica delle vecchie appartenenze, che ha per troppo tempo frenato il PD, e costruire una nuova identità democratica.

    Il PD deve porsi l’obiettivo di garantirsi il voto della popolazione di sinistra, ma al contempo deve saper rappresentare vasti settori della nostra comunità, conquistare consenso anche oltre i confini del proprio elettorato più tradizionale.

    Significa “PD a vocazione maggioritaria”? Significa avere un partito che non disdegna alleanze, ma che gioca a tutto campo, che cerca di conquistare ampi strati di elettori sulla base di proposte chiare e innovative. Un PD che ritrova lo spirito costituente del progetto lanciato da Walter Veltroni al Lingotto il 27 giugno 2007.

    Continua a leggere

  • Lavoro_Cara

    Il lavoro

    Pensare avanti

    Il Piemonte che c’era, non c’è più: la grande fabbrica capace di garantire lavoro a decine di migliaia di dipendenti e ad alimentare un indotto ramificato sul territorio, è tramontata col finire del secolo, così come è tramontato il modello sociale che essa determinava (con le sue contraddizioni e le sue tensioni, ma anche con le sue garanzie).

    Un altro Piemonte e’pero’ nato: e’ il Piemonte delle piccole imprese a tecnologia avanzata, delle eccellenze enogastronomiche, del patrimonio culturale, della fruizione turistica; il Piemonte della ricerca e della Reggia di Venaria, del Politecnico e del design industriale, della Via Lattea e dei Laghi, di Slow Food e di Eataly.

    Continua a leggere

  • istruzione e cultura

    Istruzione e cultura

    La formazione scolastica, professionale e universitaria è la garanzia del nostro futuro. Nelle fabbriche della Germania l’85% degli operai ha il diploma di scuola superiore; tra gli attuali lavoratori di Mirafiori, l’85% ha la licenza media. Differenze così marcate di qualificazione significano differenze di capacità lavorativa: in un mondo dove la tecnologia si perfeziona a velocità impressionante, bisogna avere gli strumenti per adeguare la propria professionalità ai ritmi del cambiamento.
    Continua a leggere

  • Ambiente_Maggiora

    L’ambiente

    Il PD Piemontese ha preso atto di una economia regionale che si sta ridisegnando e che chiede con urgenza politiche orientate a favorire una transizione green del suo settore portante che è la manifattura. Il PD che vogliamo è in grado di leggere questa urgenza perché sa che le sfide dell’industria e delle imprese manifatturiere non sono le stesse del modello produttivo anni 70-’80, caratterizzato da grandi strutture tradizionali ed energivore: al contrario, si concentrano nel campo dell’innovazione sostenibile. A dimostrazione di questa volontà e nella consapevolezza che i temi di ambiente ed energia sono priorità strategiche per il lavoro, l’economia e la salute delle persone, l’ambiente deve rientrare tra le priorità del nuovo PD piemontese.

    Continua a leggere